I gettoni DeFi e gli altcoin si muovono in alto mentre il prezzo Bitcoin trova resistenza vicino ai 35.000 dollari.

Il 12 gennaio il prezzo della Bitcoin (BTC) è leggermente rimbalzato mentre il prezzo ha tentato di rientrare nella fascia dei 37.000 dollari, ma al momento della scrittura l’aumento delle vendite sta spingendo il prezzo verso i 32.000 dollari.

Mentre l’azione ribassista del prezzo potrebbe aver scosso i nuovi investitori che non hanno familiarità con la volatilità del Bitcoin, il recente calo del 28% non lo colloca nemmeno nella lista dei 5 peggiori ritiri della BTC della storia. Infatti, il rimbalzo del 20% di oggi ha segnato uno dei più grandi rimbalzi di un giorno di Bitcoin di sempre.

La performance giornaliera del mercato della crittovaluta.

Nonostante il rapido rimbalzo del 20% di Bitcoin, molti analisti hanno dato voce alla cautela, avvertendo che la massima crittovaluta non è ancora fuori pericolo a causa di un alto tasso di finanziamento nel mercato dei futures e della crescente forza dell’indice del dollaro statunitense (DXY).

Gli investitori a lungo termine e a livello istituzionale sembrano indifferenti alla correzione e probabilmente ritengono che non sia altro che un ripiego a breve termine.

Gli analisti di Goldman Sachs hanno suggerito che i recenti sviluppi sono un segno che „il mercato sta cominciando a diventare più maturo“ e che il settore ha un grande potenziale di crescita grazie al fatto che il coinvolgimento istituzionale comprende solo l’1% del mercato attuale.

Le azioni cercano un sostegno

Mentre Bitcoin e altcoins hanno visto un sano rimbalzo, i mercati tradizionali hanno continuato ad essere sotto pressione a causa della possibilità di continui disordini politici negli Stati Uniti e delle preoccupazioni per l’impatto economico delle nuove restrizioni COVID-19.

I segnali di un rafforzamento del dollaro stanno mettendo sotto pressione i mercati finanziari globali in tutto il mondo e alcuni analisti hanno persino ammonito che un dollaro forte è un male per il prezzo del Bitcoin.

Gli indici principali sono stati sotto pressione per tutto il giorno e sono finiti mischiati alla campana di chiusura, con l’S&P 500 e il Dow in leggero aumento dello 0,04% e dello 0,19% rispettivamente, mentre il NASDAQ ha chiuso lo 0,08%.

Altcoins mostra la sua forza mentre Bitcoin cerca di trovare una nuova gamma di trading

Bitcoin sembra ora entrare in una nuova gamma in cui $30.000 è il supporto e il livello di $35.000 può agire come resistenza. Come questo accade, gli altcoin selezionati si sono spostati più in alto e i trader capitalizzano sulla stabilità di BTC passando agli altcoin.

BTC/USDT grafico a 1 ora.

Il prezzo dell’etere (ETH) ha superato i 1.000 dollari e al momento di scrivere le transazioni altcoin per 1.050 dollari. Anche Stellar (XLM) ha recuperato bene martedì, poiché l’asset digitale ha guadagnato il 22,16%.

Anche il settore DeFi ha continuato a mostrare la sua forza, con Maker’s governance token (MKR) che ha superato il 31%. Anche Synthetix (SNX) e AAVE hanno guadagnato il 23% in quanto entrambe hanno raggiunto nuovi massimi dell’anno.